Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da lassessore

Perchè?

Perchè l'uomo ha inventato i dossi artificiali? E poi, gialli e neri? Ma che abbinamento è?
Fra casa mia e quella di Andrea ce ne sono 5.
Fra casa mia e quella di Andrea ci sono 600 metri.
Moltiplica per 3 sere la settimana, 3x52x5=780.
780 oph-là all'anno. E non ci sono riferimenti sessuali.

Quando lavoravo in una ditta a 8 km da casa, dovevo attraversare 4 volte la ferrovia. Ovviamente la stessa ferrovia. Così che, se per una malaugurata coincidenza di eventi, trovavo il primo passaggio a livello chiuso e il treno andava nella mia stessa direzione, li trovavo chiusi tutti e quattro, uno dopo l'altro, come un percorso sinuoso che incrocia una linea retta in più punti.

Una volta mi è pure capitato che le sbarre non si siano alzate. Mentre tornavo indietro per cercare una strada alternativa non riuscivo a pensare ad altro che all'inizio di Non ci resta che piangere. Come mi sarei trovata nel 1400, quasi 1500? Benissimo, visto che i treni non erano ancora stati inventati.

A cosa serve costruire macchine amortizzate, dai morbidi sedili in alkantara, che sfrecciano a velocità surreali, se poi mi devo fermare ogni 125 metri per superare un dosso che mi fa sbattere la testa sul tettuccio? Non riesco a pensare a nulla di più amaramente ironico. Lettera al Savonarola a parte.

Topes
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

UfJ 09/17/2014 10:03

e comunque quando vedo un cartello con il profilo di due tette tonde stagliate contro il mare al tramonto e sopra la scritta "topes" mi figuro una cosa che ha a che fare coi dossi più o meno quanto il sottoscritto ha a che fare con il profilo di due tette grosse stagliate contro ilmare il tramonto.

UFJ 08/27/2014 18:11

io dico che se le sbarra invece di non alzarsi non si fossero chiuse il seguito sarebbe stato molto più amaramente ironico di quanto amaramente ironico sia trovarle tutte e 4 chiuse. il ciano sampolo bibbiano va ai trentallora e ne caso non sarebbe successo niente di tragico, ma sicuramente ben più che amaramente ironico